• Italiano
  • English

63esima Fiera del Tartufo

Città di Moncalvo

Città di Moncalvo

29ª Rassegna della cucina al tartufo bianco, abbinata all’omonima Fiera nazionale di Moncalvo.

Quelle esclusive cene al tartufo sono da tutto esaurito A Moncalvo: menu sontuosi con una decina di piatti di cui almeno tre serviti con 10 grammi ciascuno di Magnatum Pico

11/11/2014

Buone le prime due, con ampie possibilità che anche le restanti otto ne ricalchino il successo. Sono le esclusive cene al tartufo proposte attraverso chef monferrini dalla comprovata abilità, dalla 29ª Rassegna della cucina al tartufo bianco, abbinata all’omonima Fiera nazionale di Moncalvo. Prezzi stellari che dagli eccessi degli oltre 100 euro a coperto degli anni scorsi sono ora scesi a 85 euro. Menu sontuosi con una decina di piatti di cui almeno tre serviti con 10 grammi ciascuno di Magnatum Pico. Tra le specialità proposte nelle prime due serate hanno spiccato al debutto uno speciale gelato («Crumble di nocciole con pere Martin al Moscato d’Asti») elaborato da Fabio Novo del «Centrale» di Moncalvo,  e una rara ricetta di giovanni Goria proposta da Marzia e Marco Scanavino del «Santisè» di Calliano. «Risotto al forno con baccalà e tartufo bianco di Moncalvo».  I prossimi ristoranti che proporranno i menù sono: “Corona Reale” di Moncalvo (domani sera), seguiti sabato sera dal “Monferrato Resort” di Cereseto. Il 20 il “Castello di Marisa” di Castell’Alfero, il 21 il “Casot” di Serra Perno, il 22 il “Tre re” di Moncalvo. Il 28 il “Bella «Rosin” di Moncalvo, il 29 “All’acino d’uva” di Cunico e il 5 dicembre Sant’Uffizio di Cioccaro di Penango

Torna alle news